cerca
Ricerca avanzata
Login
Nickname

Password



Hai perso la tua password?

Non hai un tuo account?
Registrati!
Menu
Who's Online
#39: ospiti
#0: utenti
#su 5668 iscritti

Sei un utente anonimo.
Registrati ora!
Espandi/Comprimi
 
Espandi/Comprimi
www.bandit.it : Lo struzzo, la soffitta e la fiera delle vanità
Da MinaVagante il 11/5/2021 8:58:07 ( letture 2249 )
www.bandit.it

Lo struzzo, la soffitta e la fiera delle vanità

Ripropongo quanto scrissi più di cinque anni fa, sperando che crei uno spunto di riflessione
(quasi un editoriale)

Quando i pochi neuroni rimasti sembrano dare qualche segno vitale, mi capita di provare a leggere un giornale. Niente di troppo impegnativo, per carità. Diciamo cose tipo Motociclismo o InMoto o Due Ruote.
Da che la memoria mi assiste, nelle prime pagine di questi periodici ho sempre trovato una pagina con sopra scritto “editoriale”. Naturalmente mi sono sempre guardato bene dal leggerlo, ritenendo molto più interessante verificare se la nuova zxrcbrrgsxrr1 avesse finalmente superato la soglia dei 200 cavalli alla ruota e riuscisse a rifilare al modello dell'anno scorso due sonori millesimi di secondo sul giro di Nardò con le gomme in supercazzola esamescola con la mappatura fotonica.
Finchè un giorno, non trovando novità eclatanti dai saloni e nessun utilissimo rilevamento delle velocità di percorrenza dei singoli tratti della pista di Idianapolis, annoiato e deciso in ogni modo di portare a termine la seduta quotidiana sul wc (che non è il Bandit 1250), mi sono deciso di provare a cercare di comprendere di cosa si trattasse questa benedetta pagina con sopra scritto “editoriale”.
Da quanto ho capito questa paginetta viene redatta da un tizio definito “editore”. Questo fantomatico “editore” sarebbe un personaggio che, valendosi del fatto che paga gli stipendi e fa girare l'ambaradan, si fa gli affaracci suoi finchè gli pare e un giorno arriva fresco e bello e si riserva di scrivere un po' quello che gli pare: ad esempio parlare di moto in un giornale di taglio e cucito come Motociclismo. E pretende pure che gli schiavi giornalisti seguano la sua linea editoriale dettata magari in un momento di follia.
Tirando le somme, ho deciso che se posso scegliere, preferisco fare l'editore piuttosto che il galoppino.

Dopo questa grande pensata, eccomi dunque qui alla tastiera a cercare di scrivere il mio primo editoriale.
Che cadenza avranno gli editoriali futuri?
Fatevi gli affari vostri, che agli editoriali miei ci penso io.

Certo è che scrivere il primo editoriale dopo dodici anni e quatto mesi (si, proprio dodici anni e quattro mesi, tanto tempo è passato da quando ho iniziato nell'agosto del 2002 a scrivere in questa comunità) non è assolutamente facile. Non si sa proprio da dove iniziare. E' come entrare in soffitta, dove sotto la polvere del tempo giacciono ricordi di cose che sembravano dimenticate, ma che riaffiorano alla mente nel momento stesso in cui entra un raggio di sole dalla porta socchiusa.
Rimarresti tutto il giorno in soffitta, a rispolverare vecchie cose, a cercare di interpretare il tuo passato. Poi rifletti e pensi che è meglio che il passato rimanga dove è, perchè viviamo nel presente.

Il presente ci può piacere o meno (si stava meglio quando si stava peggio, non ci sono più le mezze stagioni, ai miei tempi queste cose non capitavano), ma lo stiamo vivendo e quindi dobbiamo affrontarlo. Ho letto da qualche parte che gli struzzi nascondono la testa sotto la sabbia per nascondersi. Chissà se è vero o se è una leggenda metropolitana? Realtà o leggenda, cerchiamo di non nascondere la testa sotto la sabbia e cerchiamo di affrontare la realtà.

Comunque sia, il presente di questa comunità non mi piace troppo.
Perchè?
Principalmente perchè c'è stato un certo calo di interesse da parte di molti vecchi iscritti e contemporaneamente non ci sono nuove leve che creino un ricambio generazionale.
Credo che tutto ciò sia dovuto a tutta una serie di motivi, sia endogeni che esogeni.

Nel corso degli anni la comunicazione via web è cambiata in modo radicale. Agli albori erano nati i newsgroup (chi si ricorda it.hobby. Motociclismo?), che vennero puoi soppiantati dalle mailing list.
Anche noi nascemmo su una mailing list di yahoo. Anzi, il sito definitivo è nato sulle ceneri di tre mailing list(quella di Maalbak, quella di Emi e quella di Gerweller). Grazie all'accessibilità delle piattaforme open source le mailing list vennero presto soppiantate dai forum come il nostro, che per tutti questi anni è stato il punto di incontro e la colonna portante di questo sito.
Poi il mondo va avanti: una volta c'erano le (poche) connessioni a 56k, oggi ci sono gli smartphone 4G. Una volta si cercava di fare siti il più leggero possibile, oggi ci vuole interattività.

La nuova frontiera sono i social network, che stanno soppiantando di fatto i vari forum. Rappresentano un vero e proprio fenomeno di costume a livello planetario e permettono di mettere in contatto tra loro milioni di persone.
Ma non mi piacciono. Non li condivido.
Non condivido il fatto che gli utenti mettano in bella mostra quello che fanno momento per momento, che vogliano a tutti i costi farsi notare da una platea di gente più o meno conosciuta. Un vero e proprio festival delle vanità utile solo ad alimentare il proprio ego.
Per alcuni anarchici rappresenta la quintessenza della libertà: sono libero di scrivere quello che voglio. Certo, uno scrive quello che vuole senza censure. E ci mancherebbe: scrive su una propria pagina, mentre in un forum scrive sulla pagina di qualcun altro e da qualche parte c'è un moderatore che magari censura qualche parola. Ma nei forum, come nella vita reale vigono delle regole di buon senso (la netiquette, si diceva). E lo scopo dei forum è quello di socializzare e di scambiarsi opinioni, non quello di esporsi nella fiera delle vanità.

Ed è per questo che credo ancora nei forum e in quelli che ormai sono diventati siti “tradizionali”.

Come questo sito internet, che oltre a subire “attacchi” da queste nuove forme di aggregazione (se si può chiamare aggregazione mettersi in mostra), subisce anche politiche commerciali da parte della casa motociclistica che dovremmo rappresentare. E' dura sperare di avere congrui numeri di nuovi proseliti quando ormai da anni Suzuki Italia non promuove in nessun modo le vendite del vecchio e glorioso Bandit, destinato a numeri marginali di vendita.
E se un veicolo non viene “spinto” dalla casa madre, non vedo come si possa creare affezione da parte di nuovi papabili acquirenti, e come si possa fare in modo che gli esemplari usati vengano esportati in altri paesi europei dove il Bandit è molto più apprezzato, facendo di fatto diminuire il parco circolante italiano.

Non potendo perciò sperare in un adeguato ricambio di iscritti, dobbiamo perciò trovare insieme la ricetta per fare in modo che questa comunità, che tanto ha cercato di dare in questi anni, non cada nell'oblio nei prossimi anni.
Non esiste una ricetta unica ed infallibile. Molto probabilmente sono necessari tanti piccoli affinamenti per fare in modo che rinasca lo spirito di corpo che ci ha contraddistinto per tutti questi anni.
Per ora ho apportato un paio di modifiche marginali: la soppressione della chat per fare in modo che le parole non siano scritte sulla sabbia e l'apertura di un nuovo forum, dove si possa cazzeggiare un po', tenendo conto che la nostra libertà finisce dove inizia quella di un'altra persona.
Prossimamente con gli amministratori rivedremo le figure di staff, per verificare l'utilità delle stesse e inizieremo a verificare la fattibilità di una migrazione su una piattaforma più moderna.
E sopratutto mi piacerebbe avere idee e suggerimenti da tutti voi perchè, ricordatevelo, il sito è di tutti e aperto a tutti.

Infine, se siete riusciti a seguirmi fino a qui senza avermi mandato al diavolo prima o esservi addormentati, con immenso piacere per la tredicesima volta in questi anni, auguro a tutti voi
Buon Natale, Buon Anno e un 2015 ricco di curve

bruno
 

Informazioni correlate
Bandito
Bandito

francomarsi
Iscritto dal: 8/2/2008Messaggi: 762
Da: Brescia
Re: Lo struzzo, la soffitta e la fiera delle vanità
»10/12/2014 14:19
:-D Grande e Buon Natale anche a te!
[center][b]Slow in, fast out[/b][/center]

Morini 500 sport
Honda cbf 500
Bandit 650s k7
Triumph 955i st
Bmw F800S :-D

Profilo
Bandito
Bandito

black
Iscritto dal: 29/8/2002Messaggi: 306
Da: Cornaredo (MI)
Re: Lo struzzo, la soffitta e la fiera delle vanità
»10/12/2014 17:03
Ma te sei lo stesso Minavagante con cui siamo andati a Montespertoli per il 1° raduno di Bandit.it ?
Da ciò che leggo,o sei un clone o te sei magnato la Treccani per scrivere cosi perfettino senza nemmeno un TVAC... :-P

Comunque Buone feste a te ed a tutti i Banditi rimasti.(anche da parte di Igiulin)
Quando l'ultima fiamma sarà spenta, l'ultimo fiume avvelenato, l'ultimo pesce catturato, allora capirete che non si può mangiare denaro.
Black.Fancazzista a tempo pieno su:

Honda Forza 350 DL
Suzuki V-Strom 650XT L9 Papatornu
Kawa KLR 650

Profilo
BanditMaster
BanditMaster

MinaVagante
Iscritto dal: 5/1/2004Messaggi: 3616
Da: tra la Lomellina e il Ticino
Re: Lo struzzo, la soffitta e la fiera delle vanità
»12/12/2014 19:00
Citazione:

Ma te sei lo stesso Minavagante con cui siamo andati a Montespertoli per il 1° raduno di Bandit.it ?
Da ciò che leggo,o sei un clone o te sei magnato la Treccani per scrivere cosi perfettino senza nemmeno un TVAC... :-P

Comunque Buone feste a te ed a tutti i Banditi rimasti.(anche da parte di Igiulin)



il solo fatto di vederti scrivere nuovamente sul forum rappresenta un grande successo.

Come sta il vecchio Igiu?

L'avevamo lasciato non molto in forma.

e fatevi vedere, due vecchi babbioni
Social network?
Ma va a ca..re

Profilo
Bandito
Bandito

MAXBG
Iscritto dal: 6/1/2003Messaggi: 298
Da: bandit.it (BG)
Re: Lo struzzo, la soffitta e la fiera delle vanità
»14/12/2014 17:27
Caro editore,
grazie delle tue parole, mi hanno fatto molto piacere perchè spero anche io come te di vedere crescere questo sito nei prossimi anni - e non implodere su se stesso per chissà quale motivo...
Ho avuto diverse moto in questi quasi 12 anni che sono iscritto e su tutte ho sempre apposto il nostro adesivo, anche sui caschi a dire il vero... lo ritengo un segno di appartenenza, mi ricorda anche chi non è più tra noi.. ricordi ma anche prospettive per il futuro che ci siamo meritati.
Auguri a tutti i banditi, di ieri, oggi e domani e un lampeggio commosso verso il cielo

MAXBG
Motomaniaco volante

Profilo
Bandito
Bandito

nikon
Iscritto dal: 28/8/2006Messaggi: 5351
Da: monza brianza
Re: Lo struzzo, la soffitta e la fiera delle vanità
»14/12/2014 22:14
ma vaff i social

W il bandit namber uan
honda SW600T abs 2016 senza power
Kawasaki Versys 1000 gran tourer my 2015 km 29.000 metzeler 01se

nikon what else

Profilo
Bandito
Bandito

papitosky
Iscritto dal: 19/5/2006Messaggi: 130
Da: martignacco udine
Re: Lo struzzo, la soffitta e la fiera delle vanità
»16/12/2014 18:13
caro editore, vorrei rinnovare l'abbonamento:anche se la sfoglio non molto spesso lo faccio ogni volta con piacere
buon natale

Profilo
BanditModeratore
BanditModeratore

Rollyzan
Iscritto dal: 2/12/2002Messaggi: 7822
Da: Contea di Lodrone (TN)
Re: Lo struzzo, la soffitta e la fiera delle vanità
»25/12/2014 22:20
ohhh....

Viva la Frinfri!!!!
"Come un popolo nomade che viaggia in tutto il mondo a volte ci sentiamo in equilibrio solo sulle nostre moto..."
Viva la Frinfri :o)
E.I.S. Team uno dei banditi che fecero l`IMPRESA.....
ERZBERGRODEO 2011 Competitor’s number: 1057

Profilo Visita il sito
Bandito
Bandito

Korg
Iscritto dal: 7/4/2003Messaggi: 67
Da: Fosdinovo
Re: Lo struzzo, la soffitta e la fiera delle vanità
»7/1/2015 0:02
Ciao Mina, ho letto tutto, e tutto d'un fiato il pezzo che hai scritto.
Non è male, ma puoi fare di meglio! :-D

Condivido tutto, ogni passaggio, trovo i nuovi social (leggi feisbuk...) caotici, frivoli e popolati principalmente da gente che ama mettersi in mostra.

Il forum non è così. Bandit.it non è così. (o almeno la grande maggioranza degli utenti...)

Purtroppo, però, spesso gli interessi delle persone cambiano, cambiano le abitudini, cambiano le moto, il lavoro, cambia l'età (quella sicuro)... e magari non si trova più tempo per dedicarsi ad un particolare forum, che non interessa più.

Come nel mio caso, gli interventi sono diventati molto sporadici, leggo ma non scrivo, anche dovuto al fatto che non ho mantenuto particolari amicizie nel forum.

Ma conservo ottimi ricordi della mia esperienza passata su queste pagine, del mio primo raduno sui monti della garfagnana, ed ho tanto rispetto per tutta la gente di questo forum...

Quindi se dopo quasi dodici anni dalla mia iscrizione sono qua a leggere ed a commentare, è perchè Banditi si resta per sempre, anche cambiando moto, e fa sempre piacere ogni tanto leggere esperienze di gente su questa fantastica ed unica moto.

Allora adesso, caro Mina, sei sempre convinto che il passato debba rimanere dov'è, e vivere soltanto il presente!?

Un caro saluto a te ed a tutta la comunità!!

Profilo
Bandito
Bandito

francomarsi
Iscritto dal: 8/2/2008Messaggi: 762
Da: Brescia
Re: Lo struzzo, la soffitta e la fiera delle vanità
»7/1/2015 11:21
Stiamo aspettando il secondo...
[center][b]Slow in, fast out[/b][/center]

Morini 500 sport
Honda cbf 500
Bandit 650s k7
Triumph 955i st
Bmw F800S :-D

Profilo
Bandito
Bandito

Sil11
Iscritto dal: 15/10/2004Messaggi: 1093
Da: Angri (SA)
Re: Lo struzzo, la soffitta e la fiera delle vanità
»2/2/2015 22:03
Credo che quasi tutto quello che ha detto mina sia giusto....
Credo di essere un vecchio utente e un giro suo forum lo faccio sempre
Anche se frequento altri forum,questo è rimasto come una pietra miliare
Una roccia che scandisce la mia vita motociclistica anche se sono passati anni, oggi ho una famiglia,figlio, moglie eccc ho cambiato dal b4 diverse moto ....
Più che altro i problemi,secondo me,derivano dal fatto che il popolo dei motociclisti
Ha avuto un forte arresto...e che le persone sono molto legate
ai marchi piu venduti,preferendo i siti monomarca o peggio monomoto.

comunque forse dovremmo diventare un sito plurimarca... Tipo il tinga...
Magari,da buon italiano medio,consiglio qualche donnina in copertina

.
:-o :-o :-o

[ Modificato da Sil11 Attivo 2/2/2015 21:07 ]
La vita è una grande insegnante....
non si stanca mai di spiegarti una cosa...
e quando l'hai capita...
ti da una ripassata...

"cresci gli amici....crisc è puork!!"
detto popolare...ma sempre valido ...(vedi sopra:-P )

Profilo
Bandito
Bandito

Maico
Iscritto dal: 9/6/2006Messaggi: 26
Da: Castelletto di Brand.(PV)
Re: Lo struzzo, la soffitta e la fiera delle vanità
»14/2/2015 19:15
bella analisi
bene hai fatto ad eliminare la chat
La lotta con i sociaL è dura; l'alternativa è di accettare le cose come sono, o impegnarsi per ottenere ciò che si vuole.
Buon lavoro
eee......strada libera!!!!

Profilo Visita il sito
Bandito
Bandito

tataritsch
Iscritto dal: 22/3/2004Messaggi: 1562
Da: Nord e basta
Re: Lo struzzo, la soffitta e la fiera delle vanità
»17/4/2015 10:41
sono tornato a rompere ........

le scimmi sono scimme.....

la moto è la moto


la frinfi è la frinfri.....


tutti i giovani sono molto molto drogati......

un piacere di rileggerti.....


ps....... "skakko matto" gira ankora....... a72.000 km necessita di una revionatina al kambio.... e di qualke ritokkino qua e la .....

nel frattempo montato un motore gsx-r 1100 del 90....... già prima flesciava molti mototuristi da bar coi loro 1000di kw..... moto dalle sigle impronunciabili con un anima glaciale; inverno in siberia pare il ferragosto nel mezzo al kalahari

che il gass vi accompagni

adesso venderanno i loro plastikini..per prendersi una moto seria!!!!
Io ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi. Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione. E ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser. E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo ..........

Profilo
Bandito
Bandito

chiotto
Iscritto dal: 12/6/2006Messaggi: 4757
Da: Torino
Re: Lo struzzo, la soffitta e la fiera delle vanità
»12/5/2021 15:39
Sono il primo a scrivere qualcosa, forse altri hanno letto ....
Purtroppo i bei tempi sono andati, più di quanto lo erano dopo la pubblicazione di qualche anno fa.
Un sito che porta il nome di una moto non più in produzione nè di particolare attualità è destinato a spegnersi.
Purtroppo non c'è ricambio di utenti, perchè chi oggi compra un bandit ha interessi diversi da quelli che avevamo noi 15 anni fa, e del sito non gli interessa, nè dei rari frequentatori, salvo chiedere una tantum un consiglio tecnico.
Noi iniziavamo leggendo e rispondendo a perfetti sconosciuti, identificati solo da nickname e avatar, ma poi un piacere associare volti, persone, conoscersi, discorrere di moto, viaggi e non solo.
Col tempo i vecchi banditi sono quasi tutti passati ad altri mezzi, o addirittura hanno smesso di andare in moto, anche se è comune a tutti noi la voglia di rivederci, per strada o in altre occasioni.
A mio parere il sito potrebbe sopravvivere acquistando la connotazione di un ritrovo degli amici, sicuramente più completo di qualsiasi social, oppure mentenendo ciò che rimane dello zoccolo duro e assumendo una connotazione sempre di argomento motociclistico ma non più legato ad un singolo tipo di moto o di marca. Non so se siamo ancora in tempo.

Chiotto ha scritto .... mi piacerebbe ora leggere altri commenti e pareri ....

[ Modificato da chiotto Attivo 12/5/2021 15:40 ]
"Ho speso un sacco di soldi per alcool, donne e macchine veloci... Tutti gli altri li ho sperperati"
(G.Best.)

Profilo
Bandito
Bandito

makkio
Iscritto dal: 22/6/2011Messaggi: 181
Da: Bari
Re: Lo struzzo, la soffitta e la fiera delle vanità
»15/5/2021 0:49
Io sono uno di quelli che aveva letto, ma non mi ero accorto si potesse rispondere ai post in prima pagina :-D

...in realtà a me pare che l'interesse per queste nostre motorette non stia svanendo solo perchè non sono più in produzione.
Certo, di sicuro ne circoleranno sempre meno, però è anche vero che nel mondo ce ne sono centinaia di migliaia se non milioni.
Quello che ho notato (come ho avuto modo di accennare altrove) è anzi che negli ultimi cinque o sei anni siano ritornate decisamente in voga...quelle col motore sacs per il loro essere look un po vintage (ed in effetti ormai lo sono), quelle a liquido perchè in tanti si sono resi conto che per viaggiare senza sbattimenti sono ancora valide.
Ricordo che quando comprai la mia prima, dieci o undici anni fa, qui non se ne vedevano quasi piu in giro. Adesso ce ne sono parecchie, molte mortalmente modificate, altre ancora a fare il loro lavoro di viaggiatrici.

Secondo me l'unica causa del declino dei forum (di tutti, non solo del nostro) è dovuta al fatto che sono nati gruppi su facebook che vogliono fare lo stesso lavoro. I gruppi a tema suzuki bandit, sia italiani che esteri, sono molto molto frequentati. La gente basicamente è pigra... e per quasi tutti è piu comodo scrivere la per il semplice fatto che ce l'hanno a portata di mano tutto il giorno, da qualsiasi dispositivo.
Peccato che le conversazioni sui social, letteralmente, lascino il tempo che trovano. A distanza di tempo tutte le discussioni, tutto il materiale si perde chissà dove...e personalmente ho sperimentato che è anche più difficile che nascano relazioni "vere" fra le persone.

Motivo per cui, ad un certo punto, io ho deciso proprio di cancellare il mio account facebook e ritornare ad usi e costumi più "tradizionali".
Solo moto di ferro!
(il mio blog) motografando.altervista.org

Profilo Visita il sito

Tecnica & Hardware
Incontri
Tutti in sella
Vita da Club


Design By boltz & thejasco