cerca
Ricerca avanzata
Login
Nickname

Password



Hai perso la tua password?

Non hai un tuo account?
Registrati!
Menu
cerca su bandit.it
Who's Online
#17: ospiti
#1: utenti
#su 5241 iscritti

Sei un utente anonimo.
Registrati ora!
Espandi/Comprimi
 
Espandi/Comprimi
 
Da boltz il 22/6/2015 22:30:23 ( letture 615 )
Pare sia stagione di selfies: non lo sapevo, ma i segni c'erano tutti.

Sappiamo tutti di chi e' la colpa. No, questa volta, il brizzolato personaggio che si e' presentato al raduno con l'auto da attempato playboy, portandoci indietro di qualche anno, grazie alla contemporanea presenza di bovini sparsi e altri personaggio risalenti ad altre epoche [1] [2], non e' da incolpare. [i numerini tra parentesi sono delle note a pie' di pagina, per voi acculturati, e il pie' lo trovate dopo il [continua] [3]

Bene, pero' non era il solo a scattare selfies e otheries [4] come non ci fosse un domani, oltre a lui
672 foto (si, seicentosettantadue), c'erano anche Brigante e Starbrig, Marvi e Chiotto, Kalla, Phildrum, Robben2000, e Spin e Ely. E forse altre ancora arriveranno.

Ma non basta, ovviamente.

Ci sono anche i filmati, perche' le moto si muovono, anche se spesso i motociclisti sono fermi con le gambe sotto il tavolo. E allora ecco il video di JLynne {scaricatelo sul vostro pc/tablet/furbofono (ATTENZIONE 163 MB) e guardatevelo con calma [5]}

  continua... | 3035 caratteri | commenti?

Da MinaVagante il 22/6/2015 0:15:20 ( letture 494 )
www.bandit.it (un altro tentativo di quasi editoriale)

Una volta c'era l'autoscatto. Una cosa da sfigati senza speranza.
Il poveraccio appoggiava alla belle meglio la macchinetta fotografica su un sostegno improvvisato, schiacciava qualche bottoncino sull'apparecchio e poi si metteva a correre all'impazzata per raggiungere il punto dove si presupponeva si potesse essere inquadrati dall'obiettivo. Il più delle volte si incespicava nel tragitto (che doveva essere percorso in tre secondi, altrimenti la macchinetta infernale scattava la foto senza ritegno) arrivando trafelati nel punto prefissato. Le fotografie, regolarmente, non erano mai centrate e il più delle volte venivano fotografati i piedi dei malcapitati protagonisti.
  continua... | 5633 caratteri | commenti?

Da MinaVagante il 8/12/2014 19:40:39 ( letture 1377 )
(quasi un editoriale)

Quando i pochi neuroni rimasti sembrano dare qualche segno vitale, mi capita di provare a leggere un giornale. Niente di troppo impegnativo, per carità. Diciamo cose tipo Motociclismo o InMoto o Due Ruote.
Da che la memoria mi assiste, nelle prime pagine di questi periodici ho sempre trovato una pagina con sopra scritto “editoriale”. Naturalmente mi sono sempre guardato bene dal leggerlo, ritenendo molto più interessante verificare se la nuova zxrcbrrgsxrr1 avesse finalmente superato la soglia dei 200 cavalli alla ruota e riuscisse a rifilare al modello dell'anno scorso due sonori millesimi di secondo sul giro di Nardò con le gomme in supercazzola esamescola con la mappatura fotonica.
Finchè un giorno, non trovando novità eclatanti dai saloni e nessun utilissimo rilevamento delle velocità di percorrenza dei singoli tratti della pista di Idianapolis, annoiato e deciso in ogni modo di portare a termine la seduta quotidiana sul wc (che non è il Bandit 1250), mi sono deciso di provare a cercare di comprendere di cosa si trattasse questa benedetta pagina con sopra scritto “editoriale”.
Da quanto ho capito questa paginetta viene redatta da un tizio definito “editore”. Questo fantomatico “editore” sarebbe un personaggio che, valendosi del fatto che paga gli stipendi e fa girare l'ambaradan, si fa gli affaracci suoi finchè gli pare e un giorno arriva fresco e bello e si riserva di scrivere un po' quello che gli pare: ad esempio parlare di moto in un giornale di taglio e cucito come Motociclismo. E pretende pure che gli schiavi giornalisti seguano la sua linea editoriale dettata magari in un momento di follia.
Tirando le somme, ho deciso che se posso scegliere, preferisco fare l'editore piuttosto che il galoppino.
  continua... | 7884 caratteri | 12 commenti


Tecnica & Hardware
Incontri
Tutti in sella
Vita da Club


Design By boltz & thejasco