cerca
Ricerca avanzata
Login
Nickname

Password



Hai perso la tua password?

Non hai un tuo account?
Registrati!
Menu
Who's Online
#32: ospiti
#1: utenti
#su 5672 iscritti

Sei un utente anonimo.
Registrati ora!
Espandi/Comprimi
 
Espandi/Comprimi
/  Indice forum » Tutti in sella » Forum Sicurezza » Quesiti legali e assicurativi

     ≡  Tuning...aspetti legali e assicurativi


  
 Stampa discussione 
BanditModeratrice
BanditModeratrice

Babi
Messaggi: 916
Iscritto dal: 30/11/2006
Da: un posto qualunque
Su: una bici, per ora...
# 1 ≡ Tuning...aspetti legali e assicurativi
»29.06.08 - 14:34
Visto che qui dentro siamo in tanti ad amare la personalizzazione delle

nostre moto, ma non tutti hanno ben chiaro cosa è permesso o meno dal

cds, ho perso un po di tempo a cercare un pò di info in giro per fare

un pò di chiarezza, con il prezioso aiuto di ilgabri e Minavagante....

Allora....cerchiamo di fare un pò di chiarezza!



Per quanto riguarda il PORTATARGA...l’art. 259 del Regolamento del Cds

(rif art. 100 del Cds) spiega per filo e per segno come deve essere il

portatarga.....ma si tratta di norme di omologazione, ovvero

prescrizioni per il costruttore, alle quali si deve adeguare se vuole

mettere in vendita e in circolazione il proprio veicolo.
Per quanto concerne le norme di circolazione, ovvero quelle che gli

utenti della strada devono osservare per poter circolare con il proprio

veicolo, l'art.78 in sintesi ci dice che non si può modificare

praticamente nulla sul nostro veicolo a meno che queste modifiche

vengano verificate e approvate, rimandando agli art. 71 e 72 per

indicazioni piu' precise.
Nell'art.71 si rimanda all'art.227 del Regolamento per sapere quali

modifiche sono permesse, e nell'appendice V di suddetto articolo del

Regolamento di Attuazione troviamo l'elenco delle caratteristiche

generali costruttive e funzionali dei veicoli soggette ad accertamento:

al paragrafo G, comma A, troviamo "Alloggiamento targa".
L'unica possibilità per modificare il portatarga ed essere in regola

con la legge è sostituirlo con uno omologato dal costruttore, ma nel

nostro caso nessuno di quelli in commercio è omologato da Suzuki, anche

se ne esistono con marchio Suzuki.....(ovvero il costruttore ci mette

il marchio ma non l'ha omologato...)
In soldoni, la modifica del portatarga non è permessa, e oltre alla

sanzione amministrativa, la sanzione accessoria dell'art.78 prevede

l'invio del motoveicolo a revisione straordinaria.

Piccola puntualizzazione...il poliziotto che dovesse applicare l'art.78

in questo caso deve essere proprio pignolo... soprattutto se il

portatarga applicato rispetta le caratteristiche previste dal CdS

(inclinazione della targa max 30° dalla verticale, presenza di luce

targa e del catarifrangente), ma può sempre succedere, se proprio si è

sfigati ;-)



Riguardo FRECCE e SPECCHIETTI....se ne parla sempre nell'appendice V.

In linea generale se un accessorio è omologato specificamente per la

moto sul quale viene montato, ok, è in regola.
Ovvero, deve riportare scritte tipo "si monta solo su...è fatto

per...", devono essere costruiti specificamente per la moto su cui

vanno.
Anche se riportano le stampigliature generiche di omologazione, queste

corrispondono ai requisiti minimi di funzionalità e visibilità, ma sono

generici, e comunque norme di omologazione e norme di circolazione sono

due cose differenti....le norme di omologazione sono quelle che il

costruttore è tenuto a rispettare...le norme di circolazione sono

quelle che deve osservare l'utente della strada per poter circolare in

regola con il proprio veicolo...
anche qui, un agente pignolo potrebbe mandare a revisione

straordinaria....



Riguardo gli SCARICHI....è permesso montare uno scarico aftermarket e

con db killer montato, su una moto non catalizzata: con il foglio di

omologazione consegnato dal costruttore si circola a norma, ovviamente

se si toglie il db killer questo non vale piu'......
Ma se si monta uno scarico aftermarket senza catalizzatore su una moto

catalizzata....anche se lo scarico è omologato, si è in regola con le

emissioni sonore ma non con quelle inquinanti!
Unica soluzione, se si vuole essere in regola, trovare uno scarico

aftermarket, omologato sia per le emissioni sonore che per quelle

inquinanti.
Dello scarico si parla sempre nell'appendice V dell'art.227 del

Regolamento di Attuazione, dove si fa riferimento anche alla posizione:

questo vuol dire che se la moto monta lo scarico basso non è possibile

montarne uno alto, e viceversa.



E' importante sapere che in caso di sinistro le assicurazioni possono

rivalersi sull'assicurato nel caso il perito si accorga che la moto non

è in regola con il codice della strada....
C'è la possibilità di richiedere l'esclcusione della rivalsa,

ovviamente pagando qualcosa in piu'.
Forse certe donne non sono fatte per essere domate.... forse hanno bisogno di restare libere finchè non trovano qualcuno di altrettanto selvaggio con cui correre...


E.I.S. team 2009 - una delle bandite che fecero l'impresa...




.

Profilo
 Stampa discussione 

   

Utenti_collegati

In questo momento sono presenti 1 utenti.

[ Amministratore: ] [ Moderato da: Babi, ilgabri ]

Ricerca

Parole chiave:     

[ Ricerca Avanzata ]

Permesse

Non puoi scrivere.
Non puoi modificare.
Non puoi creare sondaggi.
Non puoi allegare file.
Non puoi rispondere.
Non puoi cancellare.
Non puoi votare.
XML / RSS


Design By boltz & thejasco